martedì 1 dicembre 2015

Dopo la bufala dei 25000 euro arriva l'assegno per gli Sposi dall'INPS

Se il bonus sposi 2016 pari a 25.000euro di cui si parla ancora molto online ultimamente si è rivelato solo una bufala, sembra che stia arrivando un'agevolazione reale per gli Sposi, dall'INPS! Questa agevolazione INPS è riservata, però, solo ad alcune categorie di lavoratori: operai, apprendisti, lavoratori a domicilio, marittimi di bassa forza dipendenti da aziende industriali, artigiane e cooperative.

Altre specifiche d'obbligo per poter richiedere l'agevolazione sono relative al fatto che i coniugi debbano:
  • sposarsi con matrimonio civile o concordato;
  • possono far valere un contratto di lavoro stipulato da almeno una settimana o stanno già fruendo del congedo (assenza da lavoro), da non più di 30 giorni dal giorno in cui si sono celebrate le nozze.
Possono usufruirne anche i disoccupati che dimostrano di aver lavorato nei 90 giorni precedenti il matrimonio per almeno 15 giorni nelle aziende elencate poco su. Infine anche lavoratori sempre occupati nelle aziende citate che sono sospesi dal lavoro per malattia e risultano assenti dal servizio.
Questo assegno è un’agevolazione riconosciuta dall’Istituto di Previdenza Sociale ed ha durata di 8 giorni da fruire entro i 30 giorni successivi alla data del matrimonio.
Qui di seguito vi illustreremo il valore effettivo dell'assegno:
  • Agli operai e apprendisti spetta un bonus pari a 7 giorni di retribuzione meno una percentuale del 5,54% (percentuale giornaliera a carico del lavoratore);
  • Ai lavoratori a domicilio il valore sarà uguale a 7 giorni di guadagno medio meno la solita percentuale a carico del lavoratore;
  • Ai marittimi l’assegno varrà 8 giorni di stipendio medio meno la percentuale;
  • E' prevista un'agevolazione anche per i lavorati disoccupati, ma vi rimandiamo a questo sito per ulteriori dettagli: http://www.newslavoro.com/arriva-il-vero-bonus-matrimonio-2016-ecco-come-ottenerlo.
Speriamo davvero che questa non sia una bufala e che i futuri Sposi possano godere, se pur solo a determinate condizioni, di una reale agevolazione.