venerdì 31 luglio 2015

Come risparmiare per il matrimonio

Siete cresciute pensando che il matrimonio sia un evento costoso per definizione. Preparatevi a cambiare idea all’interno di questa mini guida in cinque punti che vi aiuterà a disegnare un matrimonio all’insegna del risparmio e dell’ottimizzazione dei costi, senza dover rinunciare a nulla di ciò che avreste sempre voluto nel nostro “giorno più bello”.

1 – L’organizzazione. È qui che si può totalizzare il massimo del risparmio con trucchetti anche piuttosto banali come l’evitare di sposarsi in alta stagione (tra metà aprile e metà ottobre) e lo scegliere le date infrasettimanali per il matrimonio.
2 – Le decorazioni. Questo aspetto è trasversale tanto alla cerimonia, in Comune piuttosto che in Chiesa, quanto al ricevimento. Come risparmiare senza rinunciare all’indubbio valore ornamentale dei fiori durante un matrimonio? In due modi, scegliendo fiori di produzione locale e di stagione. Fidatevi, i colori saranno praticamente gli stessi, ma il costo totale si dimezzerà.
3- La cerimonia. Se avete scelto la formula del matrimonio religioso, chiedetevi, quanto cambierebbe nel peso del bel ricordo che vi rimarrà di questo giorno se, ad esempio, decideste di sposarvi nella vostra parrocchia di appartenenza (nessun costo fisso al netto della musica), o se invece di affittare un’auto, in cui peraltro starete pochissimo, ve ne faceste prestare una da un amico o un parente? Davvero poco cambierebbe nel ricordo, ma tanto nel bilancio finale dei costi.
4- Il ricevimento. Anche qui i trucchi per risparmiare sono banali quanto efficaci. Ad esempio: un matrimonio serale e che quindi prevede un ricevimento a mo’ di cena costa in media il 25% in meno rispetto ad un pranzo. Ci avete mai pensato?
5- Il viaggio di nozze. Attenzione! Alcune guide simili a questa nel consigliare come risparmiare sul viaggio propongono soluzioni piuttosto spartane “ospitate” da amici in Italia o all’estero, voli super scontati con dieci cambi o cose simili. Qui non si vuole proporre nulla di tutto questo perché, come detto, l’idea è quella di definire un progetto di matrimonio che sia all’insegna del risparmio ma senza dover rinunciare a nulla di tutto quello che avreste sempre voluto avere e vivere in concomitanza di questo evento. Ecco perché, parlando in particolare di viaggi di nozze, piuttosto che consigliare soluzioni stravaganti ci va di suggerire solo un punto, semplice, efficace e senza effetti collaterali: evitate le agenzie di viaggi! Perché? Perché le agenzie fanno esattamente ciò che potreste fare voi ed il vostro futuro marito muniti di un pc connesso ad internet e di una carta di credito, ma lo fanno addebitandovi in più (in media) un 10% di costi addizionali. Basta consultare siti come SkyScanner.it e Booking.it. Questa è la soluzione migliore: definite una metà generale, passate successivamente a disegnare un itinerario di massima e poi, coadiuvati da Google procedete a cercare e prenotare una per una sia le strutture dove alloggerete sia gli eventuali spostamenti necessari. Stampate tutto, mettetelo in valigia con voi e… buon viaggio!

Nel caso in cui questi accorgimenti non bastino, il consiglio è quello di stabilire un budget massimo e di chiedere un piccolo prestito online per coprire le spese più difficili da sostenere. Per trovarne alcuni vantaggiosi basta cercare online e seguire le indicazioni di banche come HelloBank su come ottenere un prestito. Poiché non avrete bisogno di chiedere una grande somma, sarà facile ripagare il prestito dopo il matrimonio, anche grazie ai regali di amici a parenti che decideranno di donarvi del denaro piuttosto che altri tipi di regali.