mercoledì 2 aprile 2014

25mila €uro ai futuri Sposi 2015? Notizia vera o solita bufala?

Carissime future Spose, dato che ieri era il 1° aprile neanche il matrimoni è scampato alla stupidità ed il poco tatto (in un periodo socio-economico difficile come quello odierno) dei "burloni" del web, che pur di creare notizie virali che mirino ad accumulare visite, si prendono gioco delle persone facendo leva sulle loro necessità e su quella buona dose di sana ingenuità che provoca la speranza nelle buone notizie.



Gira da ieri, infatti, un articolo che asserirebbe che la Comunità Europea avrebbe stanziato svariati milioni di €uro da dedicare ad un contributo di ben 25,000€ che andrebbe assegnato alle coppie in procinto di sposarsi nel 2015...beh... ci dispiace per chi ha sperato che fosse vero, ma si tratta, ovviamente, dell'ennesima bufala.

Vi riportiamo una parte dell'articolo:


"E’ stato approvato dalla Comunità Europea il primo Piano per le politiche familiari che ha delineato una serie di azioni ed interventi da attuarsi all’interno dei piani e programmi regionali e locali dei paesi membri per la famiglia, secondo le risorse disponibili.
Fra le misure previste dal Piano anche un incentivo di 25 mila € per tutte le coppie che decideranno di convogliare a nozze entro la fine dell’anno 2015 a norma dell’articolo 5 del D.L. 201/2014 (c.d. Salva famiglia).
LE MODALITA’ PER RICEVERE L’INCENTIVO COMUNITARIO
Per ricevere i 25 mila Euro previsti dalla Comunità Europea, sarà sufficiente 
presentare i documenti che attestano che la data delle nozze è stata fissata entro la fine del 2015 (prenotazione sala ricevimenti, prenotazione al Comune per la celebrazione ed eventualmente quella relativa al rito religioso; sono escluse le nozze islamiche celebrate presso le moschee, in quanto non rientrano nei canoni e folklore dell’Europa) presso lo Sportello Unico Europeo (SUE), presente in tutte le Prefetture."
Ci è bastato verificare Art. e D.L. e soprattutto l'esistenza del SUE per comprendere che trattasi di un'emerita baggianata, tanto che... il SUE non è affatto lo "sportello unico europeo" (che per la cronaca non esiste), bensì lo sportello unico per l'edilizia, che ben poco ha a che fare con questo tipo di iniziative.
Ci dispiace per tutte quelle, di voi, che hanno perso tempo prezioso per chiamare le varie sedi istituzionali di riferimento per saperne di più e si sono sentite rispondere ciò che abbiamo scritto in questo articolo.Una cosa, però, è vera... i matrimoni stanno diminuendo...ma forse, è solo perché al giorno d'oggi chi si sposa si Ama davvero e ci tiene con tutto il cuore a convolare a nozze con il proprio o la propria partner.
In qualità di Wedding planners e Wedding bloggers speriamo davvero che, a prescindere dalle "bufale", ci siano presto agevolazioni ad esempio per quanto concerne l'acquisto della prima casa da parte degli Sposi, con un accesso ai mutui più semplice e con una burocrazia meno limitante.