giovedì 20 marzo 2014

Il Vino - protagonista indiscusso del ricevimento del vostro matrimonio

Durante i preparativi di un matrimonio fondamentale è, sicuramente, la scelta del Menù del ricevimento nuziale, ma spesso si trascura un elemento importantissimo, che può fare la differenza proprio rispetto alle prelibatezze proposte dal ristorante interno alla vostra location o dal catering al quale vi affiderete: la scelta del vino.Scegliere i vini da abbinare ad un Menù è sempre un aspetto fondamentale per la realizzazione di un grande Menù e lo sarà ancor di più per il Menù più importante della vostra vita. Ecco perché abbiamo deciso di darvi qualche dritta in merito, da grandi appassionati di enologia ed ovviamente da Wedding planners.
La prima regola è quella di valutare al meglio le soluzioni offerte dalla vostra location o dal vostro catering, che, spesso (e giustamente), propongono una ristretta selezione di vini del territorio che possano accontentare un "pubblico" come quello di un matrimonio, molto "misto" e, sicuramente (eccezioni a parte) non composto da Sommeliers. Una volta valutate e richiesta una degustazione delle varie etichette disponibili e qualora non ve ne fossero di vostro gradimento, ricordatevi che siete in Italia! L'Italia è, infatti, il paese con la più ampia scelta di vini al mondo, con 330 DOC, 118 IGT e 73 DOCG. Il consiglio, quindi, è quello di ricercare cantine che propongano vini di vostro gradimento, scegliendole in base a due primari criteri di preselezione: la territorialità (se preferite vini della vostra zona da abbinare ad un menù tradizionale) o l'abbinamento specifico alle varie portate proposte dallo Chef (se parliamo di un Menù d'autore o con piatti non legati alla tradizione locale).
In linea di massima potrete seguire questi semplici suggerimenti per creare un abbinamento che dia un buon risultato e che sia apprezzabile da tutti (perché ricordiamoci che non tutti saranno esperti di enologia, ma tutti sapranno distinguere se il vostro Menù sarà buono o meno!):
Antipasti: vini bianchi a bassa gradazione alcolica o, in alcuni casi, rossi leggeri: i bianchi secchi,  si abbinano bene con gli antipasti di pesce, mentre con gli antipasti a base di formaggi, salumi o funghi si può optare o per un bianco morbido o un rosso leggero. I vini aromatici ( come il Gewurztraminer) si sposano particolarmente bene con il foie gras e mentre il Pinot spumantizzato e il Pinot Grigio (magari nella versione ramata) danno il meglio con il salmone affumicato.
Primi piatti: con risotti e pasta a base di pesce si serviranno vini bianchi secchi, giovani e leggeri, mentre con ripieni o sughi di carne (o funghi porcini) potrete propendere per vini rossi o rosati, con basso tenore alcolico e non troppo strutturati.
Secondi piatti: valutando le tipologie di carne o pesce e le singole ricette che verranno servite, sarà importante andare in crescendo, scegliendo vini più strutturati e con un tenore alcolico più sostenuto. 
Torta nuziale e buffet di dolci: potrete optare per ottimi spumanti dolci (moscato, brachetto d'Acqui o Vernaccia di Serrapetrona dolce) e nel caso di un buffet di dolci con pasticceria secca, magari a base di mandorle potrete stupire i vostri ospiti con ottimi passiti. Sono da escludere gli spumanti secchi e lo champagne, più indicati in abbinamento con antipasti e primi piatti, magari a base di pesce.
Il vino potrà essere l'alleato vincente o il nemico più infido del vostro banchetto nuziale, quindi ponete la massima attenzione nei confronti di questa scelta!
Curiosità: il vino sta diventando, sempre più spesso, protagonista di bomboniere enologiche di grande impatto, che racchiudono lo "spirito" della condivisione, della passione e di un territorio e che quindi ben si prestano a simboleggiare la vostra unione, magari creando confezioni o etichette personalizzate.
Consiglio: se siete veri amanti del vino, perché non utilizzarlo come tema e filo conduttore del vostro evento? Un matrimonio a tema vino sarà sicuramente apprezzato da tutti i vostri invitati, per l'eleganza e l'originalità del tema e per le idee che potrete sviluppare intorno al vino anche a livello di allestimenti.